Analisi del rischio nel trasporto di sostanze pericolose

Il trasporto di sostanze pericolose non è un rischio trascurabile.

Ma, in assenza di strumenti normativi consolidati, è oggetto di un numero di studi ridotto, se si paragona a quelli che analizzano le stesse sostanze negli impianti fissi.

Le principali modalità di trasporto analizzate sono: su strada, rotaia, acqua (marino/fluviale) e condotta.

L’analisi si articola tipicamente nelle seguenti fasi:

  • Analisi incidentale storica condotta su realtà similari ed analisi storica specifica della tratta in questione (i dati possono essere fortemente condizionati da peculiarità della tratta/stazione/porto in questione)
  • Individuazione delle cause e modalità di incidente, dei fattori impiantistici, gestionali ed amministrativi
  • Interazioni con siti industriali collegati e altre modalità di trasporto (effetto domino).
  • Valutazione delle frequenze di accadimento su base statistica.
  • Analisi delle conseguenze e della vulnerabilità dell’area (a livello antropico ed ambientale).
  • Analisi del rischio associato alle ipotesi individuate ed individuazione delle misure mitigative tecniche, gestionali ed operative.

A valle dell’analisi è possibile individuare un criterio di scelta delle modalità di trasporto preferibili per ridurre il rischio.

L’analisi del trasporto di merci pericolose è spesso un elemento di rilievo dei piani territoriali e di protezione civile che siamo chiamati a redigere.

Attraverso tecnici abilitati, forniamo inoltre il servizio di Consulente Sicurezza Trasporto e assistiamo le aziende sulle problematiche legate al trasporto merci pericolose.


Consulente Sicurezza Trasporto

Le aziende che svolgono trasporto, carico o scarico di merci pericolose devono nominare il Consulente Sicurezza Trasporto Lo prevede il D.Lgs. 27 gennaio 2010, n. 35 – che ha confermato, pur abrogandolo formalmente, il D.Lgs. 4 febbraio 2000, n. 40. Tra le...