Il Regolamento EMAS (Eco-Management and Audit Scheme) è uno strumento di certificazione creato dalla Comunità Europea, al quale possono aderire volontariamente le organizzazioni (aziende, enti pubblici, ecc.) interessate a valutare e migliorare le proprie prestazioni ambientali ed a fornire al pubblico e ad altri soggetti interessati informazioni sulla propria gestione ambientale.

Scopo prioritario dell’EMAS è contribuire a realizzare uno sviluppo economico sostenibile, ponendo in rilievo il ruolo e le responsabilità delle imprese.

Preliminarmente all’elaborazione di un sistema di gestione ambientale ai sensi del Regolamento EMAS occorre procedere alla stesura dell’Analisi Ambientale Iniziale, per identificare e valutare i fattori di impatto ambientale connessi con le attività dell’organizzazione, verificare lo stato di adempimento normativo, amministrativo, ecc…, l’efficienza ambientale dei processi, la sensibilità e vulnerabilità del territorio e le necessità di intervento.

Requisito fondamentale di un sistema di gestione ambientale implementato ai sensi del Regolamento EMAS è la comunicazione, intesa come coinvolgimento diretto non solo di tutto il personale dell’organizzazione, ma anche degli stakeholders esterni: coinvolgimento che si concretizza con l’elaborazione e la diffusione al pubblico della Dichiarazione Ambientale, strumento di comunicazione comprensibile, conciso e completo che deve essere reso disponibile a chiunque lo richieda.

Successivamente si passa alla fase di progettazione, attraverso la creazione di un gruppo di lavoro tecnico, al quale partecipi in modo attivo e consapevole il personale chiave dell’azienda, scelto e sostenuto da un preciso mandato della direzione, affiancato da consulenti esperti sia per quanto concerne i sistemi di gestione, sia la normativa ambientale.

Se richiesto, SINDAR può effettuare un audit di prima parte sul Sistema di Gestione Ambientale implementato, o comunque assistere in questo compito l’auditor interno designato dall’organizzazione.

Il punto di forza del Regolamento EMAS (nonché la differenza principale rispetto alla Norma UNI EN ISO 14001) è la comunicazione verso l’esterno, che viene formalizzata attraverso la Dichiarazione Ambientale, redatta sulla base dell’Analisi Ambientale Iniziale e al completamento di ogni audit o ciclo di audit successivo.

SINDAR può assistere l’organizzazione durante gli audit di terza parte effettuati dall’ente certificatore scelto dall’organizzazione stessa. L’ente certificatore ha anche il compito di convalidare la Dichiarazione Ambientale.

SINDAR può assistere l’organizzazione in tutte la fasi legate alla Registrazione, dalla presentazione della domanda sino alla diffusione della Dichiarazione Ambientale.

Una volta convalidata, la Dichiarazione Ambientale potrà essere resa pubblica mediante i mezzi ritenuti adeguati: EMAS infatti è sufficientemente flessibile da consentire alle organizzazioni di predisporre informazioni mirate per un determinato pubblico, garantendo allo stesso tempo che siano disponibili tutte le informazioni necessarie a coloro che le richiedono.