Pubblicata la Guida per la prevenzione della contaminazione da Legionella negli impianti idrici di strutture turistico recettive e altri edifici ad uso civile e industriale non utilizzati durante la pandemia COVID-19 dell’Istituto Superiore di Sanità

Il rapporto n. 21/2020 dell’Istituto Superiore di Sanità fornisce indicazioni ai responsabili degli impianti idrici a rischio di trasmissione di Legionella delle strutture turistico-ricettive (rientranti nel codice ATECO 55) e di altri edifici ad uso civile e industriale.

La chiusura di edifici o parte di essi, il loro uso limitato o l’adeguamento/costruzione di edifici per ospitare malati o contatti in quarantena in seguito alla pandemia COVID-19 possono aumentare il rischio Legionella negli impianti idrici e nei dispositivi associati, se non gestiti in modo adeguato,

Per garantire la salute e la sicurezza di ospiti, visitatori e personale di queste strutture, è fondamentale che, nelle diverse fasi della pandemia, si garantisca la corretta manutenzione e la sicurezza sanitaria degli impianti idrici assoggettati a periodi di chiusura o di fermo parziale.

La Guida si sofferma su:

  • azioni da intraprendere per garantire un normale regime di controllo in strutture chiuse da meno di un mese;
  • azioni da intraprendere per garantire un regime di controllo straordinario in strutture chiuse da più di un mese.

Il documento fa riferimento anche alle azioni straordinarie da mettere in campo per altre sezioni di impianto, quali ad esempio le torri di raffreddamento.


AR-COVID è il nuovo software che verifica la compliance ai protocolli del DPCM 17 maggio 2020; integra la metodologia INAIL e valuta il rischio di contagio mansionale per ambiente di lavoro; genera un documento strutturato con le azioni di miglioramento, che può diventare appendice del DVR. Promo fino al 30 giugno. Scarica la DEMO