La valutazione del rumore al perimetro di un’attività viene redatta ai sensi del D.P.C.M. 01/03/1991.

L’attività comprende una campagna di misurazioni fonometriche, finalizzate a redigere una valutazione dettagliata della rumorosità generata e immessa nell’ambiente esterno e negli ambienti abitativi circostanti.

La valutazione verifica il rispetto dei limiti assoluti e differenziali imposti dalla normativa vigente e dai limiti di cui alla zonizzazione acustica adottata.

A tal fine le misure sono condotte sia in periodo diurno sia notturno, per determinare il rumore ambientale (attività in funzione) e quello residuo (frazioni di tempo in assenza di emissioni acustiche).

Alla fase di rilievo sperimentale segue l’analisi dei risultati con produzione di un elaborato tecnico finale che contiene i risultati delle misure riportati in forma numerica e tabellare, oltre agli elaborati grafici descrittivi del fenomeno.

Il giudizio conclusivo è stilato sulla base di quanto previsto dalla vigente normativa in materia ed è firmato dal tecnico competente in acustica ambientale.